La LAV denuncia il maltrattamento degli elefanti del Circo Orfei a Bari

elefanti circo
La Lav ha presentato denuncia alla Procura della Repubblica di Bari e al Corpo Forestale dello Stato nei confronti dei responsabili del circo Martini-Orfei, in seguito alla segnalazione sui maltrattamenti agli elefanti.

Il circo, fermo a Bari, è stato ispezionato dai volontari della Lav, che hanno documentato come gli elefanti siano costantemente incatenati, con catene molto corte che impediscono loro qualsiasi movimento. La condizione in cui sono tenuti gli elefanti viola le norme di mantenimento degli animali nei circhi fissati dalla Commissione CITES, che proibisce l'uso di catene per gli elefanti, consentito solo ed esclusivamente per "brevi periodi durante il trasporto".

Gli elefanti, incatenati senza acqua, né paglia, hanno mostrato dei comportamenti derivanti dalla situazione di stress nella quale vivono, ciondolando ossessivamente il capo. Il maltrattamento è stato documentato anche in un servizio di Striscia la Notizia. Nadia Masutti, responsabile Lav settore circhi, ha così commentato il caso degli elefanti del circo Martini-Orfei, prigionieri in condizioni molto diverse dai 5 punti su cui si basa il principio del benessere animale:

"Proprio uno degli appartenenti alla famiglia Orfei, da sempre in prima linea nelle profferte di amore verso i propri animali e nelle dichiarazioni che classificano come obsolete le immagini diffuse dalle associazioni animaliste, è reo di mettere in atto uno dei comportamenti più lesivi del benessere e della dignità degli elefanti".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: