Risparmio energetico e fotovoltaico in Lamborghini, ridotte le emissioni di CO2 del 30%

Ospitiamo post e video di Stefano Marzola, appassionato di motori (anche quelli più eco-friendly), nonché collega di Autoblog e Motoblog, che ha partecipato per Ecoblog all'inaugurazione dell'impianto fotovoltaico nel centro di assemblamento Lamborghini di Sant'Agata Bolognese.

Al di sotto di quel tetto, si assemblano supercar fra le più blasonate al mondo. Al di sopra di quel tetto si produce energia elettrica. Ecco l'impianto fotovoltaico installato presso la sede di Lamborghini Automobili di Sant'Agata Bolognese, il più grande tetto a pannelli solari di tutta la regione Emilia Romagna. Insieme ad altri interventi (coibentazione del tetto, domotica, etc) consentirà una riduzione delle emissioni di CO2 del 30%, pari a oltre 1067 tonnellate all'anno. Oltre all'avvio dell'impianto fotovoltaico, che fruisce degli incentivi del 55%, la giornata di ieri (giorno dell'inaugurazione) è servita anche per consegnare una promessa, un'ulteriore riduzione del 20% delle emissioni di CO2.
L’impianto è stato realizzato da Gestamp Asetym Solar sl,Sinergia Sistemi SpA e ha una potenza complessiva di 1,4 Megawatt (MW) con una produzione di energia per 1.582 Megawattora (MWh) per anno, equivalenti a una riduzione del 20% delle emissioni di CO2.

Un altro 10% di riduzione delle emissioni è ottenuto tramite l’isolamento termico dell’intera copertura dello stabilimento produttivo, l’introduzione della domotica per gli impianti di illuminazione e riscaldamento, e per finire, l’utilizzo di destratificatori per aria calda. Un counter, posizionato all’ingresso dell’azienda, riporterà in tempo reale i kilowattora di energia elettrica prodotti ed il risparmio effettivo di kilogrammi di CO2.

Per ora niente ibride anche se in Lamborghini stanno lavorando alla riduzione delle emissioni per le supercar (motori a 10 e 12 cilindri con potenze fino a 670 cavalli e fino a 480 g/km di CO2) e tutt'al più si potranno avere miglioramenti nel rapporto peso-potenza grazie allo studio sui materiali.

L\'impianto fotovoltaico in Lamborghini