Greener gadget competion a New York

TurbineLight, luci stradali autoalimentate da minieolico

Ai più potrà sembrare la solita "americanata" eppure la Greener gadget competition che declamerà il vincitore il 25 febbraio prossimo a New York, non è una sciocchezza ma un momento di confronto tra designer innamorati dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile. Non tragga, dunque, in inganno il richiamo ai gadget, perché in realtà ci si riferisce a soluzioni quotidiane che possono fare davvero la differenza se adottate su larga scala.

Ad esempio, uno dei progetti più votati è l'AUG, un sistema di tracciabilità della filiera agroalimentare che grazie a SMS, inviati all'utente che ne fa richiesta, fornisce la carta di identità di ogni prodotto. Il vantaggio? Conoscere realmente i prodotti a Km zero, l'identità del produttore, lo storico del prezzo di mercato. Al secondo posto, per ora e in base alle preferenze, si trova Automan500, un delizioso tavolino da salotto ricavato da un copertone; al terzo posto, invece, il Biocharger180 che consente, nel ricaricare i diversi device, di non sprecare energia inutilmente.

Tra i più curiosi, sicuramente Rocco, il cavalluccio a dondolo che immagazzina l'energia cinetica dei bambini... Comunque, per votare il progetto preferito, basta scorrere l'elenco e cliccare sull'icona "Vote". Il mio preferito è TurbineLight, al momento all'ultimo posto e propone luci stradali autoalimentate da minieolico sollecitato dalle correnti che si creano al passaggio delle automobili (la foto è in alto).

Greener gadget competition
Greener gadget competition Greener gadget competition Greener gadget competition Greener gadget competition Greener gadget competition

  • shares
  • Mail