Israele rivuole la leadership per il solare

israel solar

Nemmeno cinquant'anni fa Israele era leader mondiale per quanto riguarda le rinnovabili, al primo posto per tecnologia e investimenti in impianti solari. Oggi il Paese si muove per riconquistare la leadership: durante i tre giorni della conferenza Internazionale sull'energia da fonti rinnovabili Eilat-Eilot ne ha parlato chiaramente il Primo Ministro israeliano, assieme a Uzi Landau, ministro per le Infrastrutture.

A Copenaghen Israele ha confermato il proprio impegno per ridurre le emissioni del 20% entro il 2020 e il governo si è impegnato per far sì che il Paese produca il 10% dell'energia da fonti rinnovabili entro il 2020. Ma la questione è più complessa: verso la fine del 2009 fa l'ente nazionale per l'energia elettrica ha dichiarato lo stop per il solare, tanto da far insorgere almeno un centinaio di aziende che hanno segnalato l'empasse al ministro per le infrastrutture.

Durante la conferenza di Eilat - Eilot lo stesso Landau ha annunciato pubblicamente lo sblocco delle quote per il solare e i finanziamenti per il più grande impianto solare del paese, che ci aspetta in funzione per il 2014. Speriamo che il solare di Israele torni a brillare e a illuminare ad energia pulita.

Via | Treehugger
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: