Smog, il Nord Italia ferma le auto: stop al traffico in 80 comuni

Stop al traffico in 80 comuni della Pianura padana

I sindaci della Pianura Padana fanno quadrato attorno all'emergenza smog e decidono in 80 amministrazioni di dare uno stop al traffico di auto per domenica 28 febbraio. Ma le risoluzioni vanno ben oltre l'emergenza e nella Bozza di Documento presentata oggi a Milano a Palazzo Marino dove sono indicate una serie di misure che dovrebbero costituire un argine all'aumento inarrestabile di quantità di polveri sottili nell'atmosfera della Pianura Padana.
Nel documento viene detto che i sindaci, nell'immediato si impegnano a:


  • far scattare misure straordinarie, in condizioni di eccezionale persistenza di inquinanti in atmosfera;


  • indirizzare il fabbisogno di mobilità individuale verso una razionalizzazione dell’uso dell’auto privata, introducendo sistemi disincentivanti della circolazione di mezzi inquinanti e favorendo l’utilizzo di veicoli eco compatibili quali i mezzi ibridi, a gas, a metano ed elettrici;
  • estendere le aree pedonali e le zone a traffico limitato.



Ma le misure non si esauriscono qui: Proseguono con iniziative a più ampio raggio quali:


  • attuare un programma di efficientamento per gli edifici pubblici comunali nell’ambito di un aggiornamento dei Piani Energetici Comunali (PEC), promuovere il risparmio energetico attraverso l’aggiornamento dei regolamenti edilizi comunali e ottimizzare i consumi energetici per il riscaldamento privato attraverso impianti di teleriscaldamento su scala locale;
  • riorganizzare la rete del trasporto urbano e potenziare il trasporto collettivo, la rottamazione dei vecchi mezzi pubblici inquinanti e la sostituzione con quelli a basso impatto ambientale;
  • integrare, di concerto con le Regioni, le reti di trasporto regionali e urbane su ferro e su gomma, creando relazioni intermodali fra località di origine e destinazioni che integrino il servizio collettivo a media distanza con i servizi urbani;
  • disporre controlli sull’efficienza degli impianti termici civili.

Sotto accusa, tra le principali cause dell'inquinamento il trasporto privato, così come sostenuto dal dossier I sindaci della Pianura Padana contro le polveri sottili che scrivono:

il trasporto su gomma rimane una delle principali cause di inquinamento atmosferico nelle nostre città.

Gli 80 sindaci chiedono perciò anche un intervento al Governo:


  • di intervenire attraverso provvedimenti normativi volti a semplificare e snellire le procedure per la gestione della mobilità e la realizzazione delle infrastrutture ad essa destinate, così da poter dare una risposta immediata ai cittadini;
  • di emanare una specifica legge volta ad attuare interventi strutturali a sostegno delle politiche urbane, varando un programma triennale che preveda, tra l’altro, la sostituzione del parco dei mezzi pubblici inquinanti con quelli a basso impatto ambientale;
  • di permettere ai Comuni di investire risorse escludendo dal patto di stabilità gli investimenti per la lotta ai cambiamenti climatici e per la riduzione delle emissioni inquinanti;
  • di mantenere oltre il 2010 la detrazione del 55% per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici e di prevedere, nel nuovo conto energia, un incremento del premio per gli impianti fotovoltaici abbinati ad un uso efficiente di energia negli edifici pubblici;
  • di prevedere incentivi per le città che promuovano misure limitative a veicoli inquinanti;
  • di promuovere l’utilizzo di veicoli ibridi ed elettrici, a gas e metano;
  • di prevedere incentivi per il rinnovo o adeguamento dei veicoli commerciali inquinanti.

Via | Anci
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: