Il Dipartimento per l'Energia degli Stati Uniti finanzia una maxi centrale termodinamica

la centrale a energia solare termodinamica

Non solo nucleare nel futuro energetico statunitense: il Dipartimento dell'Energia (Doe) ha dato l'ok al prestito da 1,37 miliardi di dollari a BrightSource Energy per la costruzione della centrale solare termodinamica di Ivanpah nel deserto della California. Il progetto è faraonico: 400 MW di energia prodotta esclusivamente con il sole. La tecnologia che verrà utilizzata, però, è tutto sommato molto semplice se paragonata, ad esempio, al progetto Archimede del premio Nobel italiano Carlo Rubbia che, ad oggi, deve ancora vedere la luce.

BrightSource utilizzerà la propria tecnologia Luz Power Tower (LPT) che consiste in una classica torre di tubi contenenti acqua dolce che viene riscaldata dal calore del sole, concentrato grazie all'utilizzo di migliaia di specchi che ruotano su due assi tramite un adattatore. L'acqua, grazie al calore del sole, arriva a temperatura di ebollizione, si trasforma in vapore e va direttamente in turbina per produrre energia elettrica.

Detto fatto, niente di più semplice. Quasi banale rispetto al complesso scambio termico di Rubbia, basato sulla circolazione di sale fuso all'interno di tubi metallici. L'idea americana, rispetto a quella italiana, ha tutti i vantaggi e gli svantaggi della semplicità. Tra i vantaggi ci sono di sicuro i tempi di realizzazione dell'impianto, molto più brevi (al netto della burocrazia) visto che (secondo vantaggio) non c'è alcun bisogno di collegare la centrale termodinamica ad una termoelettrica.

La centrale termodinamica ideata da Rubbia, invece, nasce per essere collegata alla centrale a ciclo combinato Enel Archimede di Priolo Gargallo. Ciò le consentirà, a differenza di quella statunitense, di produrre energia elettrica anche di notte, seppur in quantità inferiori. Ivanpah, invece, sarà molto sensibile agli sbalzi di temperatura e alle perturbazioni: niente sole niente energia. Ma, d'altronde, nel deserto il sole non manca...

Via | BrightSource Energy
Foto | BrightSource Energy

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: