Estate senza zanzare

Misure anti zanzarePer fare in modo che la prossima estate ci siano meno zanzare di quella passata è necessario cominciare a pensarci adesso, per tempo. Chi abita vicino alle risaie sa benissimo quanto possano essere fastidiosi gli elicotteri trapanatori che le infestano, ma forse non sa che basterebbe poco per dare ospitalità ai predatori naturali delle zanzare (rondini, pipistrelli, pesci e rane) per ridurre notevolmente il problema.

Le risaie sono ambienti inospitali per rane e pesci, in quanto vengono asciugate completamente durante alcune fasi della crescita del riso; in pratica sono una trappola biologica per i girini, che muoiono prima di riuscire a trasformarsi in ranocchi. La buona notizia è che basta lasciare un solco allagato per offrir loro rifugio.

Le risaie sperimentali, nelle quali era stato scavato il solco di rifugio, nei mesi di luglio e agosto ospitavano un numero di larve di zanzare inferiore del 44% rispetto ai campi di controllo (senza solco). Inoltre, i solchi ospitavano molte meno zanzare (il 77% in meno) rispetto al resto della vasca di risaia. Ciò fa escludere che i solchi fungano da "serbatoi" di larve di zanzara.

A chi abita lontano dalle risaie consigliamo di farsi aiutare da rondini e pipistrelli. Queti animali, purtroppo, soffrono sia di avvelenamento da antiparassitari, che si accumulano lungo la loro piramide alimentare, sia di disturbo ai nidi. Per favorirli, oltre ad acquistare prodotti bio, bisognerebbe evitare di distruggere i nidi delle rondini e di disturbare le colonie di pipistrelli in letargo (d'inverno) o in allevamento dei piccoli (d'estate).

» La lotta alle zanzare in Provincia di Novara

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: