Sacchetti di plastica? No, grazie. A Roma: chi previene, Ama

Il 1° gennaio 2011 anche in Italia, seppure in ritardo di un anno rispetto ad altri paesi europei, entrerà in vigore la direttiva comunitaria EN 13432 che prescrive la sostituzione delle buste di plastica in polietilene con altre biodegradabili (mater-bi, canapa, carta riciclata..) per l'asporto delle merci. Per anticipare i tempi e, insieme, per abituare i cittadini a effettuare la spesa in modo più sostenibile, il comune di Roma e l'Ama, l'azienda per la gestione dei rifiuti della Capitale, hanno dato il via, nella giornata di oggi, al progetto sperimentale "Chi previene, Ama".

Il programma prevede la distribuzione di oltre mezzo milioni di sacchetti in carta riciclata, dalla capacità di 7 kg, in 12 centri commerciali e 10 mercati rionali della Capitale. E' prevista, inoltre, nelle stesse aree e ai fini della sensibilizzazione dell'opinione pubblica sul tema, l'allocazione di alcuni centri informativi in cui verranno distribuite le buste - certificate FSC (forest stewardship council) in modo da attestarne l'origine a partire da legno o fibre di legno riciclate post consumo - oltre a fornire tutte le notizie per una corretta informazione e sensibilizzazione in merito.

Nella sola città di Roma ogni anno vengono consumate circa 1 miliardo e 600 mila buste in polietilene dalla vita media "utile" (calcolata come il tempo che intercorre tra l'acquisto dei prodotti al supermercato e l'arrivo a casa) di circa 20 minuti contro la sua "inutile" resistenza nell'ambiente per un lasso di tempo che può raggiungere i 200 anni. Il dato, semplicemente, è offensivo della stessa razionalità umana oltre che del danno ambientale che lo shopper in plastica produce. Eppure, è davvero difficile farne a meno. Come se non ci fosse alcuna valida alternativa. E' proprio per mostrare il contrario che l'iniziativa è sorta, sulla scia di altre simili già intraprese in altre zone d'Italia e d'Europa. Lodevole iniziativa che, però, non intacca affatto i packaging dei prodotti che normalmente acquistiamo e mettiamo nel sacchetto e che costituiscono circa il 60% della plastica prodotta...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: