Biomasse Piemonte, allarme del WWF. E l'Europa resta a guardare

Biomasse: in Piemonte il WWF lancia l'allarme

Il WWF del Piemonte e della Valle d'Aosta a muso duro contro le biomasse forestali: secondo l'associazione ambientalista si tratterebbe di uno "sperpero di denaro pubblico e un enorme danno ambientale". Il WWF se la prende con la legge regionale 4/2009 che ha dato il via allo sviluppo della filiera delle biomasse in Piemonte, con numerosi progetti di centrali di produzione di energia elettrica e calore da questa fonte.

Per contrastare questa tendenza il WWF ha redatto un dossier contenente pesanti critiche:
dallo scarso rendimento degli impianti alle loro emissioni, dalla necessità di tagliare milioni di tonnellate di alberi alla possibilità, prevista dalla legge, che si taglino i boschi senza il permesso dei proprietari che, a detta dell'associazione, possono trovarsi da un giorno all'altro con il bosco tagliato senza saperlo:

Attraverso il meccanismo della gestione provvisoria associativa (L.R. 4/2009, art. 18), in Piemonte il taglio del bosco oggi può venir eseguito senza darne comunicazione diretta al proprietario. Se il proprietario vuole conservare il bosco, tocca a lui rincorrere le amministrazioni che ne deliberano il taglio e opporvisi; se non fa nulla si trova il bosco tagliato!

Il dossier è del primo marzo e fa il paio con una notizia poco incoraggiante che proviene dal Commissario europeo per l'Energia Günther Oettinger che, il 2 marzo, ha adottato una "relazione sui criteri di sostenibilità ambientale per l'uso di biomasse solide e biogas" che autorizza ogni Stato membro a legiferare in proprio sulla questione.

Per correttezza va specificato che l'Europa, come spesso è accaduto, ha deciso di non decidere ma, almeno ha invitato tutti gli Stati a vietare tassativamente lo sfruttamento a fini energetici della "biomassa da terreni provenienti da zone forestali, ad alto contenuto di carbonio e caratterizzati da elevata biodiversità". Una delle maggiori preoccupazioni del WWF, quindi, se le raccomandazioni europee verranno accettate dall'Italia verrà meno.

Via | Salva le foreste
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: