La Sapienza Sostenibile

Universita\' La Sapienza, Roma

L'Università La Sapienza di Roma, che con i suoi quasi 150.000 studenti è la più grande d'Europa, presto sarà energeticamente indipendente. Il piano prevede impianti fotovoltaici, a biogas e biomasse, gassificatori a combustibile derivato dai rifiuti e l’eolico territoriale, affinacati dal solare termico e da celle a idrogeno per conservare l'energia prodotta in eccesso.

La prima delle 8 isole previste dal progetto ad essere rese autosufficienti energeticamente sarà Botanica, con un risparmio che il professor Livio De Santoli, l'Energy manager dell'Ateneo, stima di 50 tonnellate di petrolio, del 10% in risparmio energetico e di 30-40 tonnellate di CO2 l'anno (calcolavamo pochi giorni fa che 40 tonnellate di CO2 sono emesse da 40 tesisti per laurearsi e che, secondo Impatto Zero, basterebbero 2.000 Euro per riforestare un pezzo di Costa Rica capace di riassorbire quella quantità di CO2)

Il piano di autonomia energetica sostenibile della Sapienza costa 14,7 milioni di euro; ogni anno l'università ne spende 15 in corrente elettrica, riscaldamento e manutenzione.

» La Sapienza diventerà un'isola ecologica sull'ANSA

» Il sito dell'Università la Sapienza di Roma

  • shares
  • Mail