Sardegna: il problema dei prezzi del gas più alti d'Italia. In arrivo mega multe per le società erogatrici

Fornello del gasQualche tempo fa parlammo del problema dei prezzi del gas in Sardegna e sottolineammo come per i cittadini dell'isola questo bene avesse un costo decisamente superiore rispetto a quello sostenuto dagli abitanti del resto d'Italia. Da parte dei lettori, sempre in quell'occasione, ci fu una divisione di vedute e se da un lato vi erano gli scettici su un reale rialzo dei prezzi in Sardegna dall'altro vi erano quelli che avevano avuto esperienza di come effettivamente il prezzo del gas fosse decisamente troppo alto.

Ebbene, proprio facendo riferimento a quel post, riportiamo quanto accaduto in questi giorni. L’Antitrust ha infatti sanzionato pesantemente due società erogatrici del gas in Sardegna con multe pesanti per un totale di 22 milioni di euro. Amministratori delegati e alti responsabili delle due società pare si incontrassero periodicamente e con frequenza, lontano da occhi indiscreti, concordando delle variazioni dei prezzi di listino nella stessa misura in seguito agli aggiornamenti delle quotazioni internazionali della materia prima.

Una tecnica questa che permetteva di operare quindi in un regime di oligopolio mantenendo i prezzi molto più alti rispetto a quelli che sarebbero effettivamente dovuti essere. Ovviamente nessuna traccia scritta, ma l’Antristrust ricorda che le variazione avvenivano per tutte le voci del listino (relative a ripartizioni territoriali e tipologie di prodotto) e questo sia per i prezzi delle bombole che per quello dei piccoli depositi.

La supermulta ha fatto ovviamente esultare le associazioni dei consumatori che da tempo denunciavano delle irregolarità. A questo punto si sta studiando un piano per risarcire i consumatori anche se è probabile che per questo bisognerà attendere e non poco; le cronache locali ci indicano come ancora ieri una bombola portata a domicilio costava circa il doppio del prezzo medio praticato nella penisola.

Se è abbastanza chiaro che il prezzo tarderà un po' prima di avere un ribasso, non sembra facilmente accettabile che alcune società private giochino con un diritto, quello dell'energia appunto, dei cittadini. Speriamo che si possa rimettere ordine a questa situazione poco felice.

Via | Lanuovasardegna.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: