E' morta Aura, la cagnolina bruciata viva da ragazzini crudeli a Trepuzzi (Lecce)

Aura uccisa e bruciata viva da ragazzini crudeli a Trepuzzi Lecce Non ce l'ha fatta Aura la cagnolina bruciata viva nei giorni scorsi a sopravvivere ai suoi aguzzini. La cagnolina è morta qualche giorno fa e il popolo di facebook è in subbuglio e cerca giustizia per il povero animale torturato inutilmente da un gruppo di ragazzini a Trepuzzi, comune in provincia di Lecce. In Italia esiste il reato di maltrattamento animale punito dal Codice Penale art. 544-ter che prevede la reclusione da a 3 mesi a 1 anno o una multa tra i 3.000 e i 15.000 euro. Aggravante è il maltrattamento che causa la morte dell'animale; in quel caso la pena è aumentata della metà.

Scrive sulla sua pagina FB Davide Giannici, poche ore dopo aver saputo della morte della cagnolina e che pubblica anche le foto che mostrano lo stato in cui è stata ridotta Aura:

Perdonatemi, ma stamattina non riesco ad avere parole per nessuno, ma solo lacrime e rabbia. Una rabbia che nasce dall'impotenza verso questa morte e dalla certezza che chi ha compiuto il gesto, restera' impunito, perche' probabilmente si tratta di minorenni (ma se anche fossero stati maggiorenni non sarebbe cambiato nulla) e perche' comunque la vita di un cane non vale un cazzo. Esprimo tutto il mio piu' vivo ringraziamento, innanzi tutto ai volontari dell'associazione Nuova Lara che hanno seguito direttamente Aura e tutti gli animalisti che in questi giorni sono stati vicini a lei, anche solo attraverso i messaggi. Mi consola solo il fatto di avere scoperto che siamo in tanti e che tutti insieme possiamo diffondere sempre di piu' il rispetto e l'amore verso gli animali.

Per ora è partita una petizione in cui si richiede giustizia per Aura e qui trovate il gruppo nato per sostenere il sacrificio di Aura e la terribile cronaca del suo salvataggio e della sua morte, si spera non inutile.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: