Malaburocrazia: a rischio l'accordo Enel-Sharp-Stm sul fotovoltaico a Catania?

Malaburocrazia: a rischio l\'accordo Enel-Sharp-Stm sul fotovoltaico a Catania?

Bruttissime notizie per l'accordo, firmato lo scorso gennaio, tra Sharp, Enel ed St Microelectronics per la costruzione di una grossa fabbrica di pannelli fotovoltaici a Catania.

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, infatti, i giapponesi di Sharp si sterebbero arrabbiando a causa dei tempi lunghi della burocrazia italiana: il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe), infatti, non ha ancora esaminato la pratica per il maxifinanziamento (200 milioni di euro su 320 di investimento totale, nella prima fase) promesso alle tre aziende.

E, come si suol dire, senza soldi non si canta messa. Anche se, sempre secondo il Sole, il problema a Roma non sarebbero i soldi che l'Agenzia delle Entrate avrebbe già messo a disposizione il 21 aprile scorso. I soliti italiani?

Via | Il Sole 24 Ore
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: