Rifiuti: a Palermo il Prefetto autorizza la quinta vasca di Bellolampo. Durerà appena cinque mesi

Rifiuti: a Palermo il Prefetto autorizza la quinta vasca di Bellolampo. Durer�  appena cinque mesi

La quinta vasca di Bellolampo, la discarica palermitana che scoppia, può entrare in funzione: l'ok è arrivato dal Prefetto di Palermo Giancarlo Trevisone ed è valido già da ieri. La nuova vasca, però, non risolverà affatto l'emergenza rifiuti in città.

Al contrario, l'apertura del nuovo sversatoio non fa altro che spingere in avanti nel tempo la soluzione reale del problema: la quinta vasca, infatti, ai ritmi attuali potrà durare 5-8 mesi e poi Palermo sarà punto e a capo perchè, nel frattempo, la differenziata non parte.

Altra notizia di tenore assai simile è quella riguardante l'acquisto, da parte della municipalizzata Amia, di una trentina di autocompattatori per sostituire i mezzi gravemente danneggiati dall'usura.

O meglio, dal cattivo uso degli stessi: gli autocompattatori, infatti, entrano in discarica e si arrampicano sulla montagna di rifiuti mentre dovrebbero fermarsi prima, nella stazione di trasferenza che non è ancora pronta ma che, promette Amia, lo sarà a brevissimo.

Basterà a risolvere definitivamente l'emergenza? Ovviamente no perchè gli impianti necessari a dare il via alla filiera del riciclo e del recupero sono tutti al palo. Negli ultimi anni, infatti, a Palermo si è lavorato con un solo obbiettivo: i termovalorizzatori.

Via | Terra
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail