Certificati verdi: dietro front del Governo?

Certificati verdi: dietro front del Governo?Che fine farà l'obbligo da parte del Gse di acquistare i certificati verdi in eccesso? Dopo le preoccupazioni espresse da più parti, sembrerebbe che almeno il grido di dolore di Confindustria sia stato ascoltato dal Governo.

Berlusconi e Tremonti, infatti, hanno garantito alla Marcegaglia che si troverà una soluzione per evitare che la riforma degli incentivi alle rinnovabili sia drastica e dolorosa per le imprese che, più volte, avevano paventato l'ipotesi di un crollo del mercato a causa del famigerato articolo 45 anti rinnovabili.

Bisogna capire, però, cosa deciderà di fare il Governo. Secondo il sottosegretario allo Sviluppo economico Stefano Saglia la soluzione si troverà:

Il ministro Tremonti e il relatore Azzollini stanno lavorando a una soluzione. Ho suggerito che l'attuale sistema dei certificati verdi resti in vigore sino al recepimento della direttiva europea di riferimento, in modo da salvaguardare gli investimenti. Intanto, il ministero è pronto a varare una nuova disciplina che sostenga le rinnovabili con un minore aggravio sulle bollette

Ma la "nuova disciplina" a cui fa riferimento Saglia, arriverà con gli stessi tempi della riforma del conto energia che tutti aspettano da prima di gennaio?

Via | Eco dalle Città
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: