Conto energia 2011: ok delle Regioni, soddisfazione (con riserva) del Gifi

Conto energia 2011: ok delle Regioni, soddisfazione (con riserva) del Gifi

Il Gruppo imprese fotovoltaiche italiane (Gifi) esprime la sua soddisfazione per l'accoglimento, da parte della Conferenza unificata delle Regioni e delle Province autonome, della bozza del conto energia 2011 e delle linee guida nazionali in materia di fotovoltaico.

L'ok delle Regioni è arrivato nei giorni scorsi dopo mesi di trattative serrate poiché la bozza in discussione modifica sostanzialmente alcune parti della precedente normativa sugli incentivi all'energia rinnovabile prodotta dai pannelli fotovoltaici. E, in generale, abbassa gli incentivi del 18-20%.

La novità maggiore, in estrema sintesi, consiste nell'introduzione del concetto di "impianto costruito su edifici", che sostituisce le vecchie definizioni di "integrato", "non integrato" e "parzialmente integrato".

Il Gifi apprezza il risultato: in tutte le regioni italiane le amministrazioni si doteranno di linee guida uniformi e supereranno l'attuale frammentazione normativa che permette, in una regione, tutto o quasi mentre blocca, in un'altra, la gran parte degli impianti.

Ma è soprattutto la certezza sugli incentivi che interessa al Gifi ed è proprio su questo aspetto che vengono mosse le poche critiche al nuovo conto energia: come afferma Gert Gremes, presidente del Gifi

il legislatore avrebbe potuto essere più coraggioso ed offrire all'industria fotovoltaica italiana un orizzonte temporale di 5 anni e soprattutto una quantità maggiore di potenza incentivabile per dare più spazio agli investimenti al fine di meglio strutturare e potenziare la filiera industriale fotovoltaica nostrana

Via | Gifi
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail