Squalo nel Tevere: la fuffa estiva di facebook

La presunta pinna di squalo avvistata nel Tevere Fa caldo e a qualcuno è venuta voglia di scherzare per ammazzare il tempo. In più aggiungete un fiume, il Tevere, in cui da almeno 20 anni ci si trova di tutto ed ecco confezionato uno sfizioso passatempo per superare queste giornate di canicola. Il buontempone (o i buontemponi) in oggetto, per ora rigorosamente anonimo, si diverte a far girare una pagina su facebook che dice testualmente: Un milione di euro per chi cattura lo squalo nel Tevere.

La notizia si riferisce al presunto avvistamento nel Tevere di tale William McGill, di ciò che lui definisce "pinna di squalo" e immortalata da una foto (complice Photoshop o Gimp?). McGill si presenta come turista irlandese e da ieri inonda di mail la posta delle redazioni delle testate con allegata la foto da lui scattata, con cui intende dimostrare la veridicità della sua affermazione. Evidentemente lui o chi per lui si è spinto oltre aprendo appunto una pagina su facebook in cui viene messa una taglia sul presunto squalo che nuoterebbe per ora indisturbato nel biondo Tevere. La taglia è considerevole: 1 milione di euro anche se manca la dicitura vivo o morto. Noi ovviamente ci auguriamo che si riferisca alla cattura da vivo. Sarebbe, infine, interessante sapere chi ci mette i soldi. E peccato non sia previsto un premio per chi smaschera la bufala. Pura fuffa estiva? Sicuramente si, ma anche un segno del nostro tempo.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: