Firenze, pannelli solari sulle pensiline in vetro alle fermate degli autobus

pensilina di via canova firenze: sotto ci si cuoce come polli

Problema: come rendere a Firenze le pensiline alle fermate degli autobus meno infuocate? Semplice: mettendoci su pannelli solari! Dunque, un passo indietro è d'obbligo per spiegare il problema. A Firenze sono state installate delle bellissime pensiline, di design: dei gabbiotti trasparenti (nella foto in alto il sindaco Matteo Renzi inaugura lo scorso marzo quella di via Canova) che seppure non hanno un impatto con i monumenti circostanti, si trasformano in forni solari per i malcapitati viaggiatori che ci sostano sotto. Insomma, essendo anche il tetto trasparente, non solo filtra la luce ma sopratutto la sosta in attesa dell'autobus diventa un occasione per fare la fine del pollo allo spiedo.

La frittata è fatta però, poiché ne sono già state installate 80 e altre 70 lo saranno entro settembre a costi zero, poiché la società che le gestisce ci guadagna con la pubblicità. Ma le proteste dei fiorentini si sono fatte sentire e Filippo Bonaccorsi presidente dell'Ataf, l' azienda di trasporto, dice:

Siamo consapevoli del disagio purtroppo il modello utilizzato è stato quello richiesto dalla soprintendenza, è evidente che il vetro non ripara dal sole. Abbiamo deciso di non sospendere gli ordini, ma di superare l'inconveniente prevedendo l'installazione di pannelli solari sul tetto. L'energia servirà all'illuminazione e all'alimentazione dei pannelli per le informazioni in tempo reale dei bus. Questo intervento partirà da settembre e sarà previsto nelle nuove installazioni.

Via | Corriere fiorentino
Foto | A viso aperto, il blog di Matteo Renzi sindaco di Firenze

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: