L'esistenza dei Jarawa e dei Sentinelesi minacciata dai bracconieri

Nell'arcipelago delle Andamane, al largo del golfo del Bengala, due popolazioni - i Jarawa e i Sentinelesi - vantano una storia vecchia quasi 60.000 anni e incredibilmente intatta grazie alla strenua difesa - fino al 1998 - della propria condizione di isolamento dalle incursioni "esterne". Eppure, questi due gruppi si trovano ora in grave pericolo a causa del bracconaggio e del turismo. A darne notizia, Survival International, la nota associazione impegnata per la tutela dei popoli indigeni in ogni parte del mondo.

Nel solo mese di agosto, infatti, sarebbero stati almeno 100 i bracconieri arrestati dalle autorità indiane mentre, all'interno delle riserve dei Jarawa o dei Sentinelesi, catturavano moltissimi animali, specialmente tartarughe e cetrioli di mare per destinarli al mercato cinese, sottraendoli alle tribù che da essi dipendono per le loro necessità alimentari... E il dato dovrebbe far riflettere ove si consideri che l'intervento delle autorità centrali e locali contro questo genere di misfatti nell'areale, in genere, è sempre molto blando. Il numero, pertanto, dei cacciatori deve essere certamente molto più alto di quanto, per il momento, sia possibile sospettare...

Gli arresti effettuati recentemente dalla guardia costiera indiana dimostrano che le autorità stanno prendendo il problema del bracconaggio seriamente ma, allo stesso tempo, svela anche la reale, grande entità del fenomeno

E' quanto sostiene in merito Sophie Grig, di Survival. Inoltre, la facilità con cui i cacciatori riescono a inserirsi all'interno della riserva dei Jarawa, in particolare nelle loro foreste, è dovuta alla presenza di una strada (l'Andaman Trunk Road) che taglia quasi in due il loro territorio e che dal 2002- data in cui venne consiederata "illegale" dalla Corte Suprema Indiana ma non dalle autorità locali -aspetta di essere chiusa.. Intanto i bracconieri, con il beneplacito di alcuni funzionari e un certo tipo di turismo deteriore - per nulla apprezzato dalle due popolazioni - riescono ad avere il "via libera" alle riserve incrementando anche il rischio di trasmissione di malattie per le quali i popoli indigeni non hanno sufficienti anticorpi. Un esempio, in questo senso, sia fornito dalla terribile epidemia di morbillo che dal 1999 al 2006 ha mietuto molto vittime fra i Jarawa.... Secondo la nota associazione, pertanto, il rischio che corrono questi individui è troppo alto e troppe sono state le tribù già decimate senza che nulla venisse fatto. L'ultimo caso è stato quello dei Bo, altra antichissima popolazione delle isole Andamani, il cui ultimo membro è morto in gennaio...

Foto | survival international

  • shares
  • Mail