Una coppia di falchi per preservare le viti dello champagne

L'uva, così zuccherina e deliziosa, è irresistibile quando è matura... specie per gli storni che, nelle splendide campagne di Reims, nel nord-est della Francia, si aggirano più o meno furtivi per "rubare" i pregiati chicchi da cui, tra pochi giorni, verrà realizzato lo Champagne... Le perdite dovute alla golosità di questi passeriformi sono valutate in parecchie migliaia di euro... E dopo aver sperimentato, senza particolare successo la via delle reti di plastica (costose, inquinanti e utilizzabili solo una volta) per proteggere, "corrazzandole", le preziose viti, la nota "maisonPommery" ha deciso di ricorrere a modalità più naturali che, se non dovessero incidere sensibilmente sulla quantità della raccolta, sicuramente avranno riflessi positivi sulla qualità della stessa, a detta degli esperti.... E il merito sarà tutto - o quasi - di Chico e Benti, due splendidi esemplari di falco, impegnati all'alba e al tramonto, inizialmente sotto la guida di un falconiere, a proteggere dall'alto i 25 ettari dell'azienda.

I due rapaci, con la loro semplice presenza, infatti, tengono lontani anche altri piccoli animali "disturbatori", come tordi, corvi e conigli, e , presto, l'esempio della nota maison potrebbe trovare altri adepti nella zona...

Via | liberation
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail