Rinascono con la Costituente ecologista e Daniel Cohn Bendit i Verdi in Italia

Ritornano i Verdi, forse non si chiameranno più così, forse non ci sarà il sole che ride e neanche l'ombra di Alfonso Pecoraro Scanio. Come saranno allora i nuovi ecologisti che proveranno a riprendersi un posto in Parlamento alle prossime, vicine o lontane, elezioni? Di certo umilmente sono andati da Daniel Cohn Bendit, artefice di un bel successo elettorale in Francia a prendere lezioni non solo di politica, ma di comunicazione.

Di politica ecologista e ambientalista solo Iddio sa quanto ne abbiamo bisogno, considerato che neanche il nostro Ministero per l'Ambiente sembra avere una politica mirata in tal senso. Ultimo atto, ad esempio, del Ministro Prestigiacomo è stato promuovere un convegno di due giorni a favore dell'energia nucleare.

Per ora il nome di quello che potrebbe essere un nuovo partito non c'è. Probabilmente sarà deciso in occasione del workshop del 16 e 17 ottobre prossimi. Intanto, la lista dei firmatari alla costituente si allunga. Qui trovate la presentazione.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: