Anfia, Marchionne non crede nelle auto elettriche per Fiat. Ma solo in Europa

Sergio Marchionne non crede, per ora, nelle auto elettriche Sergio Marchionne ad Fiat non crede nelle auto elettriche. Contro Renault-Nissan e Citroën ad esempio, che già tra pochi mesi proporranno sul mercato italiano mercato ll
Marchionne piange durante l'assemblea annuale Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica) lacrime amare: i conti non solo non tornano.Sono andati sotto di un bel po' e le auto continuano a dare una flessione negativa a due cifre. Non crede Marchionne che vi possa essere, in questo contesto, futuro per auto elettrica e auto a idrogeno.

Ebbene per Marchionne l'Europa pecca di:

mancanza di senso della realtà.

A proposito delle vetture elettriche dice:

Il rischio è quello di spostare tutta l'enfasi dei regolamenti europei su quest'unica tecnologia che può essere una delle più promettenti a lungo termine, ma indirizzare tutto lo sforzo normativo nel promuovere questo tipo di trazione porterebbe solo ad un aumento dei costi senza nessun beneficio immediato e concreto.

Per ora Fiat venderà auto elettriche con Chrysler dal 2012 e solo sul mercato Usa.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: