Nasce Fur Free Fox, il marchio trendy per la moda senza la pelliccia

Autunno. Pioggia e vento, voglia di coccolarsi con un pò di tepore mentre, immancabilmente, riparte nei negozi la fiera degli orrori con l'esposizione della consueta profluvie di pellicce... Da oggi, tuttavia, sarà forse possibile evitare questo strazio grazie al marchio "Fur Free Fox", presentato questa mattina dalla principale associazione per la difesa dei diritti degli animali in Svizzera, la PSA (Protection suisse des animaux). Il logo, riconoscibile grazie all'effigie di una simpatica volpe, indicherà - previ controlli - le case di moda e i centri di distribuzione (piccoli e grandi) che hanno fatto della lotta alle pellicce una concreta "mission" aziendale. Ma non è tutto: in caso di "errore" indotto, la denuncia alle autorità competenti - e la sua conseguente "pubblicità" -, sarebbe immediata con disastrose conseguenze sul piano dell'immagine dell'azienda menzognera colta in fallo...

La necessità di porre in essere un simile marchio è da ricercarsi nella recente invasione di questi capi mortiferi nella piccola e grande distribuzione specie ad opera della crescente influenza del mercato cinese dove, pur di abbassare i prezzi, vengono inflitte agli animali - soprattutto cani e gatti - ogni sorta di terribili torture... Il logo è stato approvato dalle 35 maggiori organizzazioni animaliste del mondo e deve essere considerato come un premio delle aziende che rinunciano in toto alle pellicce insanguinate con un indiscussi ritorni di immagine e, certamente, anche di profitto .

Via | le matin ch
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail