Noma, ristorante a Km zero vince il Premio S.Pellegrino alias il Nobel degli chef

René Redzepi

Del Noma ve ne avevamo scritto un po' di post fa. Noma è un ristorante di Copenhagen famoso per usare ingredienti che si trovano solo nella zona danese. Ebbene, il suo chef, nonché filosofo del Km zero alla nordica è René Redzepi (nella foto in alto) che si è aggiudicato il S.Pellegrino world's 50 bar restaurant, un premio molto prestigioso pari quanto un Nobel. E domani su Style del Corriere l'intervista, anticipata oggi a pag.33.

Come ha fatto a vincere? Usando bacche, radici, piante marine e terrestri che si trovano nei dintorni della regione di Copenhagen. Si muove in bicicletta e usa solo ingredienti freschi, di stagione e locali presi in un raggio al massimo di 100 Km dalla sede del ristorante. Ecco la sua cucina è così molto vegetale ma non vegetariana e contempla 95 tipi di bacche diverse. Qui il libro con le sue ricette, che considerati gli ingredienti credo serva o come ispirazione o da sfogliare.

Spiega Redzepi che per metà è macedone e che dunque arriva dalle sue esperienze culinarie maturare quando era nell'ex Repubblica jugoslava:

D'estate mangiavamo le bacche della montagna.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail