“Sesso selvaggio”: è la monogamia, la vera trasgressione nel regno animale

Sesso selvaggio, la monogamia vera trasgressione nel regno animale Claudia Bordese ha appena pubblicato un libro alquanto interessante: Sesso selvaggio (Collana Le Antenne, Euro 14) in cui la biologa divulgatrice, fuggendo gli aneddoti spiega scientificamente i comportamenti sessuali nel regno animale.

Noioso? Affatto! Racconta piuttosto del "che s'addà fà pe' campà", ossia delle strategie messe in atto per giungere all'agognato obiettivo: accoppiarsi. E non è una cosa facile. Perciò l'ambiente intorno, gli stessi animali (inclusi noi Sapiens), sono sincronizzati: fasi lunari, stagioni, giorno notte, tutto contribuisce a creare i tempi e le atmosfere giuste. Madre Natura però ha dotato ogni creatura di molte armi di seduzione che spesso sono usate solo per l'occasione: chele, uncini, spine. Tutto serve e tutto viene messo in gioco.

Infine, non si creda affatto che il sesso sia solo e sempre la necessità di trasmettere il proprio patrimonio genetico. Spiega Claudia Bordese:

In realtà, anche se l’obiettivo principale resta quello esiste una vasta gamma di comportamenti tra gli animali che non hanno niente a che fare con l’intenzione di mettere al mondo dei figli. Scopriamo infatti che alcune abitudini, spesso considerate “contro natura”, come l’omosessualità, sono assai diffuse nel mondo animale: tra i bonobo, per esempio, il sesso tra individui dello stesso genere viene utilizzato per risolvere conflitti all’interno dei gruppi. Ci sono animali che cambiano sesso, che si travestono, che si prostituiscono. I veri trasgressori, semmai, sono i monogami che in natura sono in netta minoranza, solo il 10% delle specie.

Via | Galileo

  • shares
  • Mail