Seguici su

Casa

Cosa fare quando si rompono le lampadine fluorescenti a basso consumo

Quanto mercurio contengono le lampadine fluorescenti a basso consumo ormai lo sappiamo. Quanto questa piccola quantità possa essere nociva ancora non è noto. Gli americani, però, in pieno stile “how to” hanno già delle linee guida governative per comportarsi bene quando una lampadina a risparmio energetico si rompe.

Sono state elaborate, e recentemente aggiornate, dall’Epa (l’Agenzia per la protezione dell’ambiente) e sono anche molto dettagliate: le lampadine, infatti, sono più o meno tutte simili ma le case all’interno delle quali sono chiamate a fare luce sono tutte diverse.

Ecco, allora, che ci sono le istruzioni comuni a tutte le situazioni (aprire le finestre e fare uscire dalla stanza animali e bambini), e poi anche quelle per i casi particolari: se a terra è liscio o c’è il tappeto, o la moquette, se la casa è climatizzata o c’è solo il ventilatore e così via.

Non mancano, poi, le istruzioni su come evitare che le lampadine si rompano (forse sono quelle più interessanti della lista): spegnere sempre la lampada prima di maneggiarla, il classico “maneggiare con cura”, tenere ben fermo il portalampada mentre si svita e persino l’invito a non avvitare la lampada oltre il necessario.

Insomma, di tutto e di più su come utilizzare queste lampade che, a breve, saranno le uniche disponibili anche in Europa in seguito alla graduale sparizione dal mercato delle vecchie lampadine a incandescenza.

Quindi non resta altro da fare che leggere le linee guida dell’Epa su come maneggiare le lampadine a basso consumo.

Via | USA Today
Foto | Flickr

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa