Le inondazioni in Australia minacciano la Grande Barriera Corallina

Grande Barriera CorallinaSecondo i monitoraggi di alcuni ricercatori australiani, le inondazioni che nelle ultime settimane hanno devastato il sud-est dell'Australia starebbero seriamente minacciando la Grande Barriera Corallina. A preoccupare sono soprattutto alcune aree nel sud-est della Barriera, che si estende per circa 2.000 Km lungo la costa del Queensland, le quali sarebbero state colpite in maniera piuttosto preoccupante da inondazioni d'acqua contaminata proveniente dai vicini fiumi che sfociano a mare.

Gli stessi esperti, che per il momento non si sbilanciano sulle conseguenze, ritengono tuttavia ci voglia molto tempo (forse diversi anni) per valutare esattamente l'impatto di queste inondazioni, ma sottolineano come una delle ipotesi peggiori potrebbe essere quella di un'influenza negativa nella crescita della Barriera Corallina. Finora comunque, dicono gli stessi ricercatori che in queste ultime settimane si stanno prodigando per monitorare lo scarico di acque inquinate, i segnali non sono incoraggianti dato che una quantità enorme d'acqua ha già invaso la Barriera Corallina.

Considerando che persino l'acqua pulita potrebbe esser capace di distruggere i coralli molto fragili, immaginiamoci gli effetti devastanti che potrebbe avere quella contaminata da fertilizzanti, pesticidi e altri prodotti. Gli scienziati a tal proposito ipotizzano che l'acqua inquinata continuerà a diffondersi lungo l'oceano nelle prossime settimane, anche se per stabilirne la quantità bisognerà valutare l'entità del vento.

Infine gli stessi puntualizzano un dato su cui non si pone la giusta attenzione: se sulla terra ferma la situazione sta cominciando a migliorare, non bisogna pensare che in mare succeda la stessa cosa, anzi è possibile che, proprio a causa dei delicati equilibri del mare stesso, l'allarme possa crescere. Ciò che bisogna sperare, onde evitare una situazione compromessa senza appello, concludono gli esperti, è che nel corso di questa stagione simili episodi meteorologici di così grande portata non si ripetano.

Via | Nature.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: