Seguici su

Acqua

L’Italia rischia sanzioni per la pesca illegale


La pesca illegale con le spadare o le ferrettare e l’inefficacia delle sanzioni applicate sono le accuse principali mosse all’Italia dal NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration). A causa della mancanza di controlli adeguati l’Italia ha subito processi di infrazione e accertamenti che hanno comportato la richiesta di restituzione di oltre 7 milioni di euro nel 2008 da parte dalla Commissione Europea al nostro Paese.

Greenpeace, insieme a Marevivo, WWF, Legambiente e LAV, ha richiesto un incontro urgente con il Ministro Galan per valutare azioni immediate e più severe contro l’illegalità e a sostegno della pesca sostenibile.

Via | Greenpeace
Foto | Flickr

Ultime novità