Il Principe Carlo bacchetta gli scettici del clima all'Europarlamento

Il principe carlo al parlamento europeo

Una giornata campale quella di ieri: il Principe Carlo, ospite al Parlamento europeo ha bacchettato gli scettici dei cambiamenti climatici. L'occasione è stata il discorso al Low Prosperity Carbon Summit.

In sostanza il Principe ha detto che la resistenza ad accettare i cambiamenti climatici da parte degli scettici si sta rivelando un potente freno all'economia globale:

Non vedo come sia possibile mantenere la crescita del PIL nel lungo termine se continuiamo a consumare voracemente, come il nostro pianeta come stiamo facendo. C'è un rapporto diretto tra la resilienza degli ecosistemi naturali e delle economie nazionali.

Fa notare Sua Altezza Reale: se ci pappiamo tutta la torta velocemente e voracemente e senza rispettare i tempi di rientro delle risorse naturali, come pretendiamo poi di mantenere la ricchezza così tanto e così a lungo?

Il che non fa un plissé ma richiede che si ragioni in termini di economia verde che non vuol dire rinunciare alla ricchezza, ma vivere e produrre ricchezza secondo tempi e risorse sostenibili. Anche senza petrolio e senza centrali nucleari.

Via | Parlamento europeo, Euractiv
Foto | Parlamento europeo

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: