Verona, il popolo dei pellet

pellet verona
A centinaia davanti ai botteghini. In coda per entrare nel mondo dei camini. Eccolo il popolo dei pellet: è riunito questa mattina a Verona a Progetto Fuoco, la fiera del riscaldamento dal legno. La prima cosa a stupire sono le dimensioni: nonostante mi sia girato in lungo e in largo la fiera per un paio d’ore non ho finito di visitare tutti gli spazi espositivi. Ovunque ci sono rivenditori di caminetti di ogni tipo, ma i veri protagonisti dell'evento non sono nè i camini, nè la legna, ma i pellet, affarini cilindrici di segatura compressa. Visto che i lettori di Ecoblog sono dei veri e propri esperti in materia ho pensato che vi interessasse la foto qui sotto. Si tratta del macchinario che li produce i pellet.



Fra gli espositori, quello che si è voluto ritagliare il ruolo di reginetta della festa è sicuramente Palazzetti (che manda anche in giro uno sventurato standista vestito da giullare a distribuire volantini) e che punta tutto su di una stufa a funzionamento misto pellet e legna.

Girando però ho notato con un certo disappunto che i rivenditori di pellet tendono a non spingere tanto sul lato ambientale di questa risorsa quanto solamente su quello economico. Che c’è, sia chiaro, ma il vero motivo per cui ci interessano questi affarini è per il loro ridotto impatto ambientale.

L’ultima cosa che vi posto prima di chiudere questo live blogging è questa foto di un camino misterioso con sopra una cascatella d’acqua fina fina. Non c’era nessuno allo stand e non riesco proprio a capire che diavolo sia questo camina, se sia ecologico, inquinante, o che altro, so che però mi affascina.

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: