Non vuole sezionare una rana, alunna vittima di bullismo dalla maestra


Sezionare un animale a scuola è una delle pratiche, a mio personale parere, più inutili che esistano per conoscere qualcosa. Nel ventunesimo secolo abbiamo tecniche decisamente più precise, affidabili e meno cruente di quella che comporta l'uccisione di un animale. Questa pratica non è in vigore solo negli Stati Uniti, vi avevamo parlato di un professore di Milano che ha portato dei conigli in classe per sezionarli (uccidendone due sotto gli occhi atterriti dei suoi studenti) ma negli USA la pratica è una prassi oramai consolidata nel sistema scolastico tanto che, quasi sicuramente, ne avrete visto un esempio in qualche film.

Nella cittadina di Naples, in Florida, la professoressa, però, si è spinta ben oltre il suo ruolo di insegnante. In una scuola media, nell'ora di biologia, aveva portato delle rane da far sezionare agli scolari. Una di loro, una tredicenne, si è opposta a tale pratica per motivi etici. La professoressa, per tutta risposta le ha rovesciato in testa una borsa di rane morte e, appena la ragazzina ha iniziato a piangere, la professoressa le è scoppiata a ridere in faccia. La professoressa è stata sospesa dal servizio non solo per il gravissimo atto nei confronti di una sua allieva ma anche per non aver rispettato una legge della Florida che permette di potersi rifiutare di sezionare animali morti.

Via| PETA
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: