Il video del flash mob in Francia: il nucleare non è sicuro

Si è tenuto ieri alle ore 13, in contemporanea in tutta la Francia, un flash mob per dire che il nucleare non è sicuro. Forse l'iniziativa è da prendere seriamente in considerazione anche per l'Italia. Comunque, accanto agli ambientalisti, no-nuke e verdi, ci sono stati anche semplici cittadini che condividevano le preoccupazioni rispetto alla sicurezza delle centrali nucleari francesi e che hanno deciso così di manifestare il loro dissenso.

Ha detto Cécile Duflot, segretario nazionale di Europe Ecologie Les Verts:

Non bisogna essere verdi o ambientalisti per sostenere che il nucleare non è sicuro.

Ricordo che in Francia ci sono state diverse serie di incidenti più o meno seri e che hanno interessato principalmente la centrale di Tricastin, anche recentemente. Appena lo scorso febbraio Edf annunciava anomalie al sistema di raffreddamento per 19 reattori:

EDF ha dichiarato all’Autorità per la sicurezza nucelare un anomalia di tipo generico per un difetto sui cuscinetti dei gruppi elettrogeni di soccorso. Quest’anomalia classificata Livello 1 è stata annunciata per le centrali di Blayais (Gironde), Bugey (Ain), Chinon (Indre-et-Loire), Cruas (Ardèche), Dampierre (Loiret), Gravelines (Nord), Saint-Laurent (Loir-et-Cher). EDF ha deciso a titolo preventivo di rimpiazzare tutti i cuscinetti con pezzi nuovi. Questa operazione di manutenzione è iniziata dal 12 febbraio 2011 con in reattori in funzione.

Anche in Giappone nella centrale nucleare di Fukushima Daiichi non hanno funzionato proprio i gruppi elettrogeni di soccorso alimentati a diesel. Si dice a causa dello tsunami. Ma in Francia i cuscinetti sono saltati senza che vi fosse stato maremoto.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: