Carlo Rubbia suggerisce a Umberto Veronesi: "Vada...a Fukushima Daiichi"

carlo rubbia

Ieri Carlo Rubbia, Nobel per la fisica e sostenitore di nucleare al torio, ha presentato il progetto Icarus il cacciatore di materia oscura, nei laboratori nazionali del Gran Sasso dell'Infn.

Ebbene, nell'occasione ha anche rivolto un invito a Umberto Veronesi, presidente dell'Agenzia per la sicurezza nucleare (attualmente una scatola vuota) e sostenitore del ritorno delle centrali nucleari in Italia:

Suggerirei a Veronesi di fare una visita in Giappone per vedere di persona cosa sta accadendo. E' importante che la gente capisca l'importanza di quanto è avvenuto a Fukushima Daiichi. E' un fenomeno che va capito e penso che il modo migliore sia rendersi conto direttamente dell'accaduto. Le notizie che riceviamo dal Giappone sono incomplete. Stiamo vivendo una situazione di incertezza che avrà conseguenze enormi, con persone allontanate dalle loro case e problemi con il cibo. C'è qualcosa che non ha funzionato e mi sembra che questi problemi debbano avere spiegazioni chiare e precise.

Il prof. Veronesi ha replicato e ha dichiarato:

Il suggerimento di Rubbia mi fa piacere. Era nei miei programmi una visita a Fukushima per un'ispezione accurata delle centrali assieme a un'equipe di altri esperti. E' fondamentale capire le cause dell'incidente e valutarne con lucidità le conseguenze in termini di salute delle persone e salvaguardia dell'ambiente. L'incertezza non ci aiuta a prendere le decisioni migliori per il futuro.

Umberto Veronesi è nato nel 1925, ha cioè quasi 86 anni. Non so a quale futuro si riferisca.

Via | Il Mattino 30-03-2011, pag.11
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
66 commenti Aggiorna
Ordina: