Latte di mucca OGM per i bambini. Tra 10 anni sugli scaffali

Il Dott. Frankestein (junior) ne sarebbe andato fiero: modificare geneticamente il latte vaccino fino a "umanizzarlo" del tutto, magari per imporlo alla primissima infanzia. E' un'idea partorita negli State Key Laboratories for AgroBiotechnology della China Agricultural University, dove si sta portando avanti uno studio che dovrebbe consentire, nell'arco di circa 10 anni, la commericalizzazione del latte di mucca ogm adatto ai neonati. Non solo, il prodotto dovrebbe essere funzionale a rinforzare il sistema immunitario e a ridurre il rischio di infezioni nella prima infanzia... esattamente come già fa il latte materno. E sono in molti a domandarsi il perché di una simile iniziativa mentre scendono, nel mondo occidentale, le quotazioni dei prodotti non ogm free. E poi: quali potrebbero essere le possibili conseguenze sulla salute umana e animale?

Più in dettaglio, nel DNA di 300 mucche sarebbero stati inseriti geni umani atti a modificare la composizione del latte di questi animali in modo da renderlo simile - se non addirittura del tutto sovrapponibile - a quello umano. Persino nel gusto e nella percentuale di materia grassa presente! Il tutto grazie all'aggiunta della lattoferrina, dell'alpha-lactalbumina e della lisozima (fondamentale proteina antimicrobica naturalmente presente, come le altre già citate, nel latte materno) essenziali per il sano sviluppo del bambino nei primi mesi di vita.

Sostiene Ning Li, il ricercatore che ha coordinato la ricerca pubblicata anche sulla rivista Public Library of Science One :

Puntiamo a portare in via sperimentale sugli scaffali questo human-like milk entro i prossimi 3 anni. Per una sua effettiva commercializzazione su larga scala, invece, potrebbero occorrere 10 o più anni.

Intanto, nel corso di due esperimenti condotti dai ricercatori cinesi, risulta che su 42 vitelli transgenici nati, solo 26 siano sopravvissuti dopo appena 6 mesi. Le cause della morte, sarebbero da ricercarsi per lo più in problemi di tipo gastrointestinale... Insomma: abbiamo davvero bisogno di questo latte geneticamente modificato?

Via | the telegraph
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: