Ecco come (le foto) in Honduras insegnano agli squali a mangiare pesci scorpione

pesci scorpione gradito pasto per squali

Problema: le acque del Parco marino di Roatan in Honduras, ma in genere dei Caraibi, sono invase da pesci scorpione o Pterois volitans, specie velenosa, invasiva e non autoctona, dunque priva dei suoi naturali predatori. I pesci scorpione sono arrivati qui per la scelleratezza di un appassionato di acquari e si sono moltiplicati bene grazie alle condizioni ambientali favorevoli. Purtroppo distruggono le altre specie e sopratutto la barriera corallina. Ogni tentativo di controllarli è andato male. Per la loro invasività sono stati paragonati ai ratti. Come, se non disfarsene, provare a controllarli?

pesci scorpione gradito pasto per squali

pesci scorpione gradito pasto per squali pesci scorpione gradito pasto per squali

Soluzione: un gruppo di sub sta provando a educare gli squali locali a cibarsene. I predatori non conoscono i pesci scorpione e dunque non hanno mai pensato di cacciarli e di mangiarseli. I sub allora li cacciano per loro e hanno preparato dei bocconcini. Gli squali hanno gradito e ora si spera diventi uno dei pezzi forti del loro pasto.

Racconta Antonio Busiello autore delle foto che ha concesso al National Geographic (vi invito a visitare l'intera gallery):

Come in ogni angolo dei Caraibi, il parco marino Roatan sta cercando una soluzione; un'idea è quella di portare questi pesci sulle tavole e convincere le persone a cucinarli e mangiarli. Durante una competizione organizzata dal parco, più di 1700 pesci scorpione sono stati cacciati e cucinati in un solo giorno. Un sommozzatore con un fucile subacqueo ne ha uccisi da solo più di 60. Sono davvero ovunque.

Foto | Antonio Busiello per National Geographic

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: