Il Giappone diffonde i dati sulle radiazioni intorno a Fukushima

A due giorni del Northeast Asia trilateral forum, il consesso internazionale tra Cina, Corea del sud e Giappone in cui si è discusso della necessità di potenziare la cooperazione ambientale e di soccorso - soprattutto per le emergenze nucleari - fra i partecipanti, il governo nipponico ha pubblicato la carta sui livelli di radiazione nei pressi della centrale di Fukushima Daiichi. In precedenza, erano state resi noti solo i dati relativi alla zona esterna alla cintura di evacuazione (stimata in circa 20 km dal luogo del disastro).

Secondo i dati diffusi nella giornata di ieri, i livelli di radiazione varierebbero sensibilmente in funzione della direzione: è a nord ovest della centrale, ad esempio, che questi risulterebbero più preoccupanti e in fase di crescita, mentre a sud ovest i parametri risulterebbero decisamente più bassi e stazionari.

Più in dettaglio, la mappa si basa sui dati raccolti fino al 21 aprile in 2.138 punti limitrofi la centrale per una persona che fosse sottoposta a radiazioni cumulative nell'arco di un anno per 8 ore al giorno. Il risultato, comunque, è che la zona di evacuazione tende a crescere - nonostante gli esperti facciano sapere di avere riscontrato anche valori più bassi rispetto a quelli attesi - mentre i valori nella fascia dei 20 km dovrebbero essere intorno ai 20 millisievert o anche di più.

Via | Greenreport, crionline

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: