IV Conto Energia: il Gifi fa dietro front. Ora gli piace...

IV Conto Energia: il Gifi fa dietro front. Ora gli piace

In pieno stile "il bastone e la carota" il Gifi-Anie, cioè le imprese dell'energia fotovoltaica che aderiscono a Confindustria, torna a lodare il decreto "ammazza rinnovabili" di Paolo Romani. Dopo una blanda critica dei primi di aprile in merito ai tempi dell'entrata in vigore dei nuovi incentivi statali al fotovoltaico, ora arriva il plauso. Aveva detto il Gifi il 12 aprile:

La proposta circolata, così come strutturata, non garantirebbe l’adeguato sviluppo del mercato né la salvaguardia dei diritti acquisiti e degli investimenti in corso, perché se si confermassero le indiscrezioni di stampa ci sarebbero nuove tariffe ridotte già dal 1° giugno e cap rigidi di potenza incentivabile per tutto il 2011 e 2012

Ha detto, invece, il giorno dopo l'inconcludente riunione della Conferenza Stato-Regioni:

La bozza del IV Conto Energia portata oggi all’attenzione della Conferenza Stato–Regioni presenta significativi miglioramenti rispetto alla versione della scorsa settimana introducendo alcune importanti novità, peraltro fortemente richieste da GIFI. Qualora le indiscrezioni venissero confermate, si tratterebbe di elementi indubbiamente positivi e migliorativi rispetto alla bozza sino a oggi circolata

Dove sta la differenza? Da nessuna parte, tutta tattica. Ormai lo sanno tutti che il IV Conto Energia lo sta scrivendo Romani in collaborazione con il Gifi (e solo il Gifi, infatti gli altri si lamentano). Confindustria che finge di non sapere quale testo ha presentato Romani alle Regioni e quale testo le Regioni hanno rispedito a Romani è veramente segno dei tempi (bui) che stanno vivendo il settore delle energie rinnovabili da alcuni mesi a questa parte.

Via | Gifi

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: