Elettricità dal whisky: in Scozia biomasse dagli scarti della distillazione

distillerie le biomasse producono energia

Ottenere elettricità da whisky. Effettivamente scritto così sembra alquanto strano poiché dal whisky in genere si ottiene altro. Comunque, il progetto della costruzione di un impianto per le biomasse a Rothes nello Speyside è molto serio e sensato e lo presenta The Guardian.

L'idea è di ottenere energia elettrica dagli scarti di lavorazione del whisky e nasce in collaborazione con Helius energy. Ma gli ambientalisti hanno espresso alcune riserve, sostengono che nella centrale di trasformazione non ci finirà solo lo scarto del malto ma più generico legname di cui si ignora la provenienza. Comunque, al di la di ogni polemica, pretestuosa o meno, l'impianto dovrebbe produrre a regime 7,2 WM di potenza istallata per un impianto CHP e costerà circa 70milioni di euro.

Delle 100 distillerie presenti in Scozia la metà è concentrata a Speyside e il nuovo impianto dovrebbe raccogliere i rifiuti prodotti da 16 distillerie della zona, tra cui quelli di alcuni marchi molto noti di whishy come Glenlivet, Chivas Regal, Macallan, e Famous Grouse. Le biomasse viaggeranno al massimo per 25 miglia.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: