Chiusa la centrale di Hamaoka in Giappone per paura tsunami

Chiusa la centrale nucleare di hamaoka Akihisa Mizuno presidente della Chubu Electric Power Co. ha annunciato oggi che sarà chiusa temporaneamente la centrale nucleare di Hamaoka e così ha detto di aver accolto la richiesta fatta lo scorsa settimana da Naoto Kan. In Giappone la centrale di Hamaoka è la terza più importante e sorge in zona sismica tanto che è monitorata anche dai sismologi. La decisione arriva a due mesi dal sisma dell'11 marzo scorso e dallo tsunami che ha causato l'incidente nucleare di Fukushima Daiichi, ancora in atto.

La centrale nucleare di Hamaoka sarà riaperta non appena saranno completati i lavori di messa in sicurezza, tra cui una diga di contenimento per eventuale tsunami. E' questa sarebbe la deroga strappata da Chubu Electric Power assieme al compenso delle perdite economiche che ne deriveranno. Rispetto ai picchi di domanda di energia, per i prossimi mesi estivi, il Governo giapponese fa sapere che ricorrerà a energia non nucleare.

Ha spiegato Mizuno:

Abbiamo deciso nella riunione finale del consiglio straordinario di oggi di sospendere il funzionamento dei reattori nr. 4 e nr.5 e di posticipare il riavvio del reattore nr.3. La richiesta del governo è stata accolta poiché vi è l'80% di probabilità che nella zona si possa verificare un terremoto oltre la magnitudo 8. E mancherebbero protezioni, come argini, contro uno tsunami.

La centrale nucleare ha continuato a funzionare anche dopo il terremoto dell'11 marzo scorso con il reattore nr.4 e nr.5. Il reattore nr.3 era sottoposto a controlli dallo scorso novembre mentre i reattori nr. 1 e nr.2 devono essere avviati a dismissione.

Via | xinhua, asahi, Nhk

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: