Groenlandia: 15% dei ghiacci persi in 12 anni? Scoppia la polemica


Cambiamenti climatici, ghiacci che si sciolgono: argomenti correlati nella percezione dell'opinione pubblica, ma inevitabilmente al centro di polemiche fra scienziati e ricercatori. L'ultima occasione deriva dalla presentazione della 13° edizione del prestigioso Times Atlas, l'atlante del quotidiano inglese The Times. Il punto forte della comunicazione in vista della pubblicazione era stato semplice e diretto: dal 1999, anno di uscita della 10° edizione, ad oggi la Groenlandia ha perso il 15% della sua superficie ricorda da ghiacci.

Nessun riferimento diretto alle responsabilità - non è stato detto che questo scioglimento era colpa delle emissioni di gas serra, per essere chiari - ma il dato nudo e crudo messo lì. La prudenza non è bastata, evidentemente, perché nel mondo accademico del Regno Unito non tutti sono d'accordo con le cifre. La tesi è che, semplicemente, non sia affatto vero.

I ricercatori dello Scott Polar Research Institute sostengono che, se è vero che i ghiacci si stanno ritirando, questo calo non supera lo 0,1% del totale negli ultimi 12 anni, almeno se si considera i loro confini (sullo spessore c'è maggiore prudenza):

Una diminuzione del 15% a copertura di ghiaccio permanente, dalla pubblicazione del precedente atlante 12 anni fa, è sia errata sia fuorviante. Numerosi ghiacciai si sono ritirati negli ultimi dieci anni, è vero, ma non al ritmo indicato. Le più recenti immagini satellitari immagini satellitari della Groenlandia chiariscono che ci sono ancora numerosi ghiacciai e copertura di ghiaccio permanente proprio nelle aree in cui il Times Atlas sostiene siano emerse nuove terre.



La replica del portavoce del Times Atlas è altrettanto tranchant:

Noi siamo i migliori che ci siano. Siamo sicuri dei dati che abbiamo utilizzato e della cartografia. Usiamo i dati forniti dallo Snow and Ice Data Centre (NSIDC) di Boulder, in Colorado. Loro usano tecniche radar per misurare il ghiaccio permanente. Abbiamo confrontato l'estensione della superficie di ghiaccio nel 1999, misurato con gli stessi dati, con quella del 2011 e si è ridotto del 15%. E' categorico, anche se non stiamo dicendo che è tutta colpa del cambiamento climatico.

Insomma, a furia di polemizzare siamo arrivati al punto di non conoscere nemmeno più l'esatta estensione dei ghiacciai.

[Via | The Guardian]

  • shares
  • Mail