Consumi energetici: +53% entro il 2035 (con tanto carbone)


L'ultimo rapporto della U.S. Energy Information Agency sostiene che fra il 2008 e il 2035 la domanda energetica globale salirà del 53%. La stima, persino prudente, attribuisce buona parte della crescita alle due economie emergenti del mondo, la Cina e l'India. Più persone, più industrializzazione, tenore di vita in crescita e più richiesta d'energia. L'equazione funzionerà al punto che i due paesi entro quella data raddoppieranno la loro domanda energetica e arriveranno a consumare da soli il 31% dell'energia mondiale.

L'immagine qui sopra parla chiaro: con il passare degli anni la parte rossa della barra che indica il totale della domanda energetica (quella dei paesi che non fanno parte Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) trainerà l'aumento in maniera preponderante mentre i paesi occidentali resteranno sostanzialmente al palo. D'altra parte il sorpasso simbolico della Cina sugli USA è già avvenuto, nel 2009. Nei prossimi 25 anni i cinesi avranno bisogno del 68% di energia in più rispetto agli americani.

Le notizie peggiori fra quelle contenute nello studio arrivano però quando si analizza le fonti che saranno utilizzate con tutta probabilità per produrre questa energia. Se è vero che le rinnovabili crescono più velocemente di tutte le altre (+2.8% annuo), e che entro il 2035 saranno il 15% del totale, non bisogna dimenticare che dai combustibili fossili (carbone in testa) arriverà ancora l'80%.

[Via | Yale Enviroment 360]

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: