Car sharing auto elettriche a Parigi: per gli ambientalisti finta eco soluzione

autolib a parigi

Autolib servizio pubblico di car sharing con auto elettriche è una realtà. Almeno a Parigi dove oggi parte il servizio. Le reazioni però, proprio da chi dovrebbe esultare per un'iniziativa che tutela qualità dell'aria e che riduce le emissioni di CO2, sono di assoluta critica. Infatti secondo gli ecologisti le auto elettriche sono una soluzione fintamente ambientalista.

Il sistema è ancora in fase di test e sarà accessibile ai cittadini di Parigi e di altri 45 comuni della provincia in 'Île-de-France dal prossimo 5 dicembre con altre 250 autovetture per arrivare nel 2012 a 2000 auto elettriche che circoleranno in un raggio di 160Km dalla Capitale. Ma non è tutto oro quel che riluce e secondo gli ELLV, ossia Europe Ecologie Les vertes, il potente partito dei verdi francesi in corsa per l'Eliseo nel 2012, queste vetture costruite dal gruppo francese Bolloré non apporteranno vantaggi all'ambiente:

Gli ecologisti denunciano un progetto falsamente ambientalista dai costi tremendamente alti. Questa falsa buona idea non farà che aggiungere delle vetture individuali nella filiera del trasporto, in contraddizione con il Plan de Déplacement Urbain della regione che punta a ridurre il traffico automobilistico.

Dopo il salto il video del promo di Autolib voluto dal Comune di Parigi.

Sottolineano i EELV l'abnorme costo dell'operazione:

Ognuno dei 46 comuni partecipanti paga 50mila euro ogni stazione per un totale di 25milioni di euro per la solacittà di Parigi. Secondo Bolloré lui stesso dovrà attendere 7 anni prima che rientri dell'investimento e a patto che almeno 80mila abbonati usino il servizio almeno due volte al giorno.

I Verdi dunque puntano il dito contro il mito dell'auto elettrica ritenuta soluzione magica per combattere il riscaldamento globale:

E' impossibile rimpiazzare l'intero parco auto mondiale con auto elettriche, le materie prime per costruire le batterie non sono sufficienti. L'ideale sarebbe ridurre il numero di vetture e investire massicciamente nel trasporto pubblico incoraggiando le iniziative già esistenti come il car pooling o sviluppare modelli di trasporto alternativi a iniziare dalla bicicletta.

Via | 20minutes
Foto | Autolib

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: