L'intellighenzia ecologista contro la Coppa America a Napoli

colmata a bagnoli

A scagliarsi contro l'America's Cup voluta dal del Sindaco Luigi de Magistriis sette nomi dell'ambientalismo e dell'intellighentia come Gerardo Marotta, il fondatore dell'Istituto degli Studi filosofici, Aldo Loris Rossi architetto noto per il suo credo ambientalista e Aldo Velo ex operaio Italsider e anima del movimento ambientalista per la rinascita del quartiere di Bagnoli, tutti riuniti sotto l'Assise di Bagnoli esclusa dalle consultazioni (tutti sostenitori del sindaco peraltro). Protesta che è sfociata in un sit-in e in uno striscione affisso sui muri dil Castel dell'Ovo che recita:

No all'America's Cup a Bagnoli, non ci dà nulla.

La preoccupazione principale riguarda la scelta della location della Coppa America, ossia la colmata (foto in alto) a Bagnoli quartiere violentato dall'inquinamento che ha ospitato per anni l'acciaieria, oggi dismessa totalmente, dell'Italsider. Ma manca un passaggio fondamentale: la bonifica. L'Assise ha presentato una denuncia per il sequestro preventivo, primo passo verso la rinascita ambientale. Secondo Tommaso Sodano vicesindaco e assessore all'Ambiente per cause tecniche la colmata non potrà essere toccata prima del 2013 e dunque tanto vale usarla per ospitare la Coppa America.

Scrive il Corriere del Mezzogiorno:

Ecco perché le Assise della città di Napoli e del Mezzogiorno d'Italia, il Comitato giuridico di difesa ecologica, l'Associazione internazionale medici per l'Ambiente, l'associazione Salviamo Bagnoli e l'Assise di Bagnoli hanno presentato al pm Pasquale Ucci, presso la Procura della Repubblica di Napoli, un'istanza di sequestro penale della colmata di Bagnoli, «in quanto corpo di reato». «La permanenza della suddetta colmata viola la legge ed è causa dell'inquinamento delle acque, dei sedimenti marini e dell'intera linea di costa da Coroglio a Bagnoli la qual cosa configura sia il reato di danneggiamento pluriaggravato, sia il reato di disastro ambientale, a causa del conseguente pericolo per la pubblica incolumità dei bagnanti», scrivono gli ambientalisti. Per i quali «il sequestro è propedeutico alla sollecita rimozione della colmata e alla bonifica dei fondali marini, condizioni necessarie per il ripristino della balneabilità di Coroglio. Questo atto fa seguito alla denuncia presentata per il reato di danneggiamento pluriaggravato continuato, causato dalla colmata di Bagnoli, e alla diffida inoltrata al presidente dell'Autorità portuale di Napoli per la pronta e non più differibile rimozione della colmata».

La contro proposta è sì fare la Coppa America a Napoli ma al Molo San Vincenzo. L'idea però non piace all'entorurage del sindaco de Magistris e Tommaso Sodano come riporta Il Mattino (18-10-2011, pag. 49) spiega:

La Coppa America accelererà il risanamento di Bagnoli, la bonifica dei fondali, inoltre è prevista per il 2013, quando finiranno le regate.

Foto | Campania Notizie

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: