Maltempo: quando in Italia piove ecco il caos e i morti


Il bilancio provvisorio parla di quattro morti e 6 dispersi fra Liguria e nord della Toscana. Le straordinarie precipitazioni (in alcune zone anche 400 millimetri d'acqua in poche ore) provocano il bilancio dei morti di un piccolo attentato. Ci abbiamo fatto l'abitudine, ma tutt'altro che normale. Questo provoca la pioggia in Italia, nel 2011. Il nostro paese, devastato da un dissesto idrogeologico al quale non si vuole porre rimedio per mancanza di risorse e di cultura della prevenzione, deve contare i suoi morti a causa di crolli, esondazioni e frane.

Per Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile: «Ci siamo trovati di fronte ad un evento particolarmente eccezionale. In un territorio che sappiamo essere particolarmente critico». Tutto qua. Il "territorio è critico", cosa sia stato fatto per attenuare questa criticità non lo si dice, ma non importa, perché probabilmente non è stato fatto nulla.

La natura, martoriata da decenni di cementificazione selvaggia, programmazione inesistente, opere pubbliche realizzate male e ad ogni costo, presenta puntualmente il suo conto ad ogni pioggia "straordinaria", che avvenga in Campania, in Liguria o in Sicilia non conta. Dovremo cominciare a ridefinire il termine "straordinario", perché se questo genere di precipitazione provoca milioni di euro di danni e qualche decina di morti ormai quattro o cinque volte l'anno evidentemente l'evento è più "ordinario" di quanto non si voglia far credere.

Fra poche ore il maltempo dovrebbe arrivare nuovamente a Roma, la Protezione Civile ha diramato un'allerta molto pubblicizzato dai media: bisogna evitare che di fronte a disastri come quelli della scorsa settimana non si dica "nessuno l'aveva previsto". Bisogna accontentarsi delle previsioni dei disastri, senza che nessuno inizi seriamente a mettere mano al dissesto idrogeologico, almeno non prima di aver gettato alle ortiche qualche miliardo di euro in stravaganti buchi sotto le montagne come vogliono fare a tutti i costi in Val di Susa.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: