La lettera di Brigitte Bardot al Giappone contro la caccia alle balene

la firma di brigitte bardot a calce della lettera inviata al Giappone contro la caccia alle balene

Brigitte Bardot icona francese del cinema mondiale e animalista convinta a 77 anni scende ancora in campo in difesa delle balene e contro il Giappone. Questa volta lo fa con una lettera indirizzata al Primo Ministro Yoshihiko Noda. Annuncia che Sea Shepherd solcherà le acque del santuario australe per impedire la caccia alle balene. BB non usa giri di parole per affrontare l'argomento che le sta a cuore e scrive:

Voi potete chiamare la caccia "scientifica" ma non ingannate le persone: il Giappone fa una caccia commerciale in beffa alla moratoria adottata da oltre 30 anni e che viola il santuario australe voluto sin dall'inizio dalla Francia. Le balene sono in pericolo, ogni animale ucciso è un crimine contro la biodiversità. Contro le vostre navi da guerra sarà presente la flotta di Sea Shepherd con il mio amico il capitano Paul Watson a capo del trimarano Brigitte Bardot per combattere i briganti, gli assassini del mare. E' indecente annunciare l'aumento del budget riservato alla caccia alle balene a 27 milioni di dollari in un momento in cui la comunità internazionale si mobilita per aiutare le vittime del disastro di Fukushima.

Giungono voci sull'incredibile avvelenamento causato da diverse sostanze chimiche, per sterminare gli animali ancora vivi nella zona di evacuazione. E vi chiedo conto a nome di questi animali e sul futuro a loro riservato che sembra essere la condanna a essere abbandonati.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: