Detrazione per interventi di efficientamento energetico nelle abitazioni: cambiano le aliquote e arrivano i massimali di spesa

Banconote EuroQualche settimana fa abbiamo parlato dei prossimi obiettivi del Governo sulla questione della detrazione del 55%, relativamente alla questione dell'installazione degli impianti solari. In quell'occasione abbiamo sottolineato come gli intenti fossero quelli di proporre una proroga triennale all'agevolazione con alcune modifiche significative. Per quanto riguarda gli impianti solari non c'è ancora nessuna novità, tuttavia sono venute fuori alcuni indicazioni circa le mosse future, contenute nel decreto sviluppo di prossima uscita, in merito alle detrazioni fiscali sugli interventi di efficientamento energetico nelle abitazioni.

Come nel caso dell'installazione di impianti solari, sarebbe prevista una proroga fino al 2014 con una rimodulazione delle aliquote e l'introduzione di tetti di spesa. In particolare l'agevolazione subirà dei tagli soprattutto per quel che riguarda la sostituzione dei serramenti e l'installazione di piccoli impianti di riscaldamento ad alta efficienza.

L'efficientamento degli infissi, ad esempio, dovrebbe passare ad una detrazione Irpef del 41%, ottenibile tra l'altro solo se installati congiuntamente a sistemi di termoregolazione. Stesso taglio anche per anche per le caldaie a condensazione di potenza termica inferiore a 35 kW; rimarrebbe invece al 55% l’installazione di inverter e motori ad alta efficienza.

Per tutti gli altri interventi, se la proposta dovesse essere confermata, sarebbe previsto uno sconto d’imposta del 52%, quindi una riduzione del 3% rispetto agli attuali parametri. Altro cambiamento che sembra destinato ad essere inserito riguarda infine l'introduzione dei tetti di spesa per tutti quegli interventi che al momento non li prevedono.

Tradotto in soldoni, queste sarebbero le novità: la sostituzione degli infissi avrebbe un limite fissato a 40.000 euro, con un costo unitario massimo di 450 euro al metro quadrato; per le piccole caldaie invece sarebbe consentita una spesa massima di 7.000 euro con un limite a metro quadro di 800 euro. La cifra massima detraibile sale invece a 100 euro/metro quadro per gli interventi di coibentazione a carico delle strutture opache orizzontali di solaio, a 150 euro per quelli sulle pareti e a 200 euro/mq, infine, per le coperture isolanti.

Via | Ecodallecitta.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: