BlackBerry, RIM nel mirino di Greenpeace: poco green

Le pagelle di Greenpeace per i colossi dell’informatica e della telefonia: chi scende e chi sale nei giudizi “non vincolanti” per gli acquisti.


Leggo che la Research In Motion (RIM), produttrice del BlackBerry, si è presa un cattivo voto da Greenpeace per la mancanza di un piano energetico pulito, la scarsa considerazione per le rinnovabili nell’approvvigionamento aziendale e prodotti troppo carenti in efficienza energetica.

I giudizi, come ogni anno, sono stati espressi nella Guide to greener electronics. HP, Dell e Nokia a detta di Greenpeace sono le più virtuose nella riduzione delle emissioni e nel miglioramento dell’efficienza energetica dei prodotti.

Tutte le pagelle, però, lasciano trasparire una nota di demerito… i colossi dell’elettronica potrebbero impegnarsi di più. Per la serie l’alunno è intelligente ma non si applica. E farebbero meglio a farlo, visto che le note sul registro di Greenpeace poi pesano sulle vendite. Anche se l’associazione afferma, infatti, che non sono dei consigli per gli acquisti, indubbiamente chi sta in cima la sua verde figura la fa.

Via | Greenpeace
Foto | Greenpeace

I Video di Ecoblog

Ultime notizie su Energie rinnovabili

Le energie rinnovabili sono delle forme di energia considerate inesauribili, o comunque di durata più lunga rispetto alla vita umana: alcuni esempi sono l'energia ricavata dal sole, dal vento, dall'acqua, dalla terra. Esistono [...]

Tutto su Energie rinnovabili →