Alberi di Natale riciclati, dalle posate di plastica alle bottiglie di vetro

Quest’anno non perdete tempo a capire quale albero è più ecofriendly: quello vero piuttosto che quello finto. Datevi al riciclo creativo per andare sull’ecologically correct.


Nei centri commerciali è Natale più o meno dal 16 agosto. Alberi di Natale, decorazioni e lucine ci accerchiano con largo anticipo per indurci a comprare. Se provi a guadagnare l’uscita devi dribblare elfi, renne e babbi Natale piuttosto motivati ad inculcarti lo spirito natalizio ad ogni costo.

alberi di Natale riciclati alberi di Natale riciclati alberi di Natale riciclati alberi di Natale riciclati

Ogni anno poi la stessa lotta: l’albero più ecologico è quello vero o quello finto? Non c’è una risposta secca giusta. Se l’albero finto è prodotto in Italia con materiali riciclati e lo usi per tutta la vita non è una opzione così malsana. Similmente, se l’albero vero lo mantieni vivo e lo fai ripiantare alla fine delle feste non è ecologically scorrect.

Ad ogni modo, per tagliare la testa al toro, l’ideale è ricorrere al riciclo creativo. Alla ricerca di alberi di Natale riciclati ne ho scovati di molto originali che non hanno nulla da invidiare a quelli tradizionali, anzi sono molto più verdi e sicuramente ecochic, il che pare che ultimamente vada tanto di moda.

Da quello realizzato con le posate di plastica a quello composto interamente da bottiglie di vetro ad un classico: l’albero in cartone o carta di giornale riciclata. Nell’attesa di decidere quale realizzare e soprattutto di capire come, godetevi questa gallery. Alla prossima!

Alberi di Natale riciclati

alberi di Natale riciclati alberi di Natale riciclati alberi di Natale riciclati alberi di Natale riciclati

Foto | Thedaisychick; Babycreativeblog; Sparklette; Leemills; Ecofriend

I Video di Ecoblog

Ultime notizie su EcoConsigli

EcoConsigli

Tutto su EcoConsigli →