Seguici su

Clima

Kyoto bis, UE a Durban con strategie concrete per la riduzione delle emissioni

L’Unione Europea vuole presentarsi alla Conferenza sul Clima di Durban, in Sudafrica, con proposte concrete per la riduzione delle emissioni.


Come si presenterà l’Europa all’appuntamento con la Conferenza delle Parti di Durban? La COP17, in programma dal 28 novembre al 9 dicembre prossimo in Sudafrica, rischia di essere l’ennesimo buco nell’acqua dopo Copenhagen e Cancun, se non si presentano proposte concrete per la riduzione delle emissioni, o meglio misure vincolanti e di portata globale.

La Commissione Europea vuole farsi promotrice di una strategia più rigida ed efficace nella lotta al riscaldamento globale. Connie Hedegaard, commissario europeo preposto alle politiche contro i cambiamenti climatici, crede infatti che Durban sia un’opportunità importante per cambiare le cose. Ecco perché sarebbe il caso di non presentarsi a mani vuote, stilando un programma ben definito per la riduzione delle emissioni e cercando poi di promuoverlo a livello globale.

La risoluzione del 26 ottobre 2011 adottata dalla Commissione prevede un appoggio ancora più deciso agli obiettivi già stabiliti dal protocollo di Kyoto ed una ulteriore riduzione delle emissioni da qui al 2020 (oltre il 20% prefissato, ndr), proseguendo con un Kyoto bis dal 2013 al 2018. Una misura restrittiva che dovrebbe coinvolgere stavolta anche il trasporto aereo e marittimo. Le emissioni degli aerei ne sarebbero interessate già dal primo gennaio prossimo.

La crisi economica, infine, non dovrà più essere una scusa per non agire contro i cambiamenti climatici. A ricordarlo Jo Leinen, a capo della delegazione UE che sbarcherà in Sudafrica tra pochi giorni. Riusciranno i nostri eroi…?

Via | European Parliament

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa