Durban, Toxic Tour alla Conferenza sui cambiamenti climatici

Le industrie a Durban

Leggo su Environment Blog che Durban, città in cui si sta svolgendo la Conferenza sui cambiamenti climatici è un concentrato di schizofrenia ambientale. Nel mentre si negozia sul clima al Centro internazionale delle Conferenze le ONG presenti hanno esplorato attraverso il Toxic Tour la parte meridionale della città (le foto sono sul blog di Ashley Dawson). E' proprio li che si trova l'impianto petrolchimico Engen Petroleum, società all'80% del gigante petrolifero malese Petronas.

Il Toxic Tour è stato organizzato dall'Alliance globale pour les droits de la nature e vi hanno preso parte circa 120 persone che hanno avuto modo di scoprire il paesaggio industriale di Durban. Nel sud della città circa 85mila persone vivono nel quartiere Bluff intorno alla raffineria separata da una semplice strada dalle abitazioni. Al di qua della raffineria anche l'industria cartiera di Mondi. Ci sono anche ricchi proprietari terrieri che vivono in grandi ville vicino al mare ma anche alloggi più modesti: ma da un lato di Austerville Road ci sono le megaville e dall'altro le industrie.

Desmond D'Sa coordinaotre dell' Alliance du sud-Durban pour l'environnement, spiega che le persone che abitano nella zona soffrono di diverse malattie imputabili all'inquinamento ambientale: dall'asma al cancro. Engen Petroleum emette più di 830mila tonnellate di Co2 per anno e per il quindicesimo anniversario della sua attività su Durban ha piantato, come compensazione 700 alberi nelle scuole del quartiere.

Foto | Ashley Dowson

  • shares
  • Mail